Avventura a Gesualdo

Amo il mio lavoro?
A volte sì. Anzi, diciamo che è così la maggior parte delle volte. Oggi, però, non ne sono più così sicura.
Garlo Gesualdo, principe dei musici, eccelso madrigalista (che significherà poi questa parola?). A lui è stato dedicato il cinvegno a cui mi ha spedito questa mattina il direttore Genzale, strappandomi per un pò al calcio e catapultandomi di nuovo nella realtà televisiva.
Poteva mancare il pezzo per il giornale? Buongiorno Irpinia, per inciso. Certo che no!
Così, per scrivere la mia bella paginetta, perché sarà un capolavoro di pagina ve lo assicuro, devo aspettare che il caro e sempre disponibile Gionata mi faccia il dvd con tutte le interviste raccolte in mattinata.
Sono bloccata in redazione, senza nulla da fare e con una fame che non ci vedo.
Sono questi piccoli inconvenienti che mi portano a chiedermi: amo davvero il mio lavoro?
Ai posteri l’ardua sentenza.
Io, intanto, aspetto di scrivere il capolavoro della giornata. E quando domani la gente, anche gente che non conosco, leggerà quello che ho scritto saprò che oggi questo è il lavoro che mi rende felice.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...