Lavoro, con Joebee impiego occasionale con pagamento immediato

joebee

Sei un lavoratore precario, un freelance, un giovane o un pensionato che punta a mettere insieme un po’ di reddito complementare? Hai delle competenze che potrebbero fruttarti qualche quattrino? Crei un profilo con ciò che sai fare, ti chiamerà chi ha bisogno della tua prestazione e sarai pagato in giornata. È questa la logica alla base di Joebee, il marketplace online sviluppato dall’azienda milanese TheMadBox che segue punta a imporsi come la nuova frontiera del peer to peer job.

Joebee è semplice da utilizzare: basta registrarsi sulla piattaforma, creare il proprio profilo in modo accurato, selezionando tutti i tipi di professioni che si è in grado di svolgere e attendere che chi diversamente si registrerà per acquistare le prestazioni occasionali ti ingaggi. «Disoccupati, precari, giovani, pensionati, freelance o persone che necessitano o ambiscono a guadagnare un reddito complementare hanno la possibilità di mettersi all’opera, di dimostrare quanto valgono e magari entrare in contatto con aziende interessate ad assumere», spiega Alessio Abbateianni, ceo e founder di TheMadBox. Uno dei principali elementi di unicità di Joebee è il pagamento immediato delle prestazioni di lavoro.

abbateianni_alessio«Una vera rivoluzione in un mercato in cui è prassi regolare i pagamenti a 30, 60, 90. Inoltre, diamo la possibilità ad ogni candidato di autodeterminare la tariffa dei propri servizi sulla base delle proprie capacità, competenze e aspettative, supportandolo con dei consigli automatici basati su di un algoritmo di analisi delle tariffe medie in relazione al tipo di professione, all’area geografica e al periodo in cui ne è prevista l’erogazione».

Ci sono voluti più di due anni di sviluppo per concepire un sistema capace di integrarsi in modo complementare rispetto ai tradizionali canali di recruiting in una filiera complessa come quella del lavoro e nel pieno rispetto delle leggi e della fiscalità.

«Joebee – si legge in una nota – premia il merito e l’impegno e penalizza i fannulloni; infatti ogni attività erogata viene monitorata attraverso un app mobile che sarà disponibile anche su iWatch, che consente di ‘timbrare il cartellino in forma elettronica, così potendone verificare la coerenza geografica durante l’intera durata dell’attività (per intenderci con la tecnologia Joebee si eliminerebbe il problema di chi timbra e poi va a fare la spesa)».

Il riconoscimento del merito -spiega- passa inevitabilmente dal feedback rilasciato sotto forma di votazione e recensione da parte di chi ha beneficiato della prestazione: questa più di ogni altra cosa è quella che consentirà ai candidatati di creare una propria reputation di valore in un mondo che è sempre più orientato a seguire il realismo della condivisione di esperienze rispetto all’autopromozione di se stessi.

Annunci

Arriva Biro, il robot che fa risparmiare il 30% sulle bollette

Robot_BiroUn piccolo robot domestico che aiuta le famiglie a tagliare gli sprechi energetici e a risparmiare oltre il 30% sulle bollette. Si chiama Biro ed è frutto di un progetto che porterà nelle case degli italiani un automa intelligente in grado di analizzare le abitudini di consumo degli utenti e di indicare le soluzioni migliori per tagliare i costi casalinghi per l’energia. E il tutto in maniera “verde”, dato che Biro è dotato di pannelli fotovoltaici sulle spalle.

Ad un anno esatto dalla sua prima fase di sperimentazione, dotato di nuove e più aggiornate funzioni e tecnologie il piccolo umanoide salva-bollette si prepara per il mercato con un lancio ufficiale previsto per Natale 2015.

Come funziona – l’ideatore di BiroRobot è lo scienziato abruzzese Marco Santarelli, esperto di analisi delle reti e collaboratore storico di Margherita Hack. Si tratta di un umanoide alto appena 35 centimetri e provvisto di una scheda interna simile alla sim dei cellulari, sulla quale sono conteggiati i consumi pregressi della famiglia. Grazie ai raggi infrarossi negli occhi studia per 30 giorni il volume dei dati della casa.

Biro è in gradio di fare una diagnosi energetica dettagliata, monitorando tutti i consumi domestici, sarà capace anche di colloquiare con l’utente, leggere le bollette, valutare l’uso degli elettrodomestici. Alla fine la famiglia avrà a disposizione una mappa energetica completa della casa, che gli consentirà di ridurre le bollette di oltre il 30% l’anno. Per sottolineare la sua vocazione di robot “tuttofare”, Biro avrà anche il servizio Google Maps, con indicazioni stradali e funzione Street View. E ancora l’Autocomposizione, riferita ai contatti di famiglia, numeri telefonici, registro indirizzi e-mail, invio Sms e Mms e scrittura intuitiva. Biro Robot ha anche un nuovo vestito creato da Ecologina, di Progetto Manifattura.

bollette1Risparmio evidente – Marco Santarelli spiega: «Il robot fa una fotografia energetica dell’appartamento. Una diagnosi con l’obiettivo di capire in che modo è utilizzata l’energia, per individuare eventuali cause di sprechi e indicare quali interventi si possono attuare sia per valutare la fattibilità tecnica sia per quella economica delle azioni proposte, prevenendo gli atteggiamenti errati. Si tratta di un ospite prezioso basti pensare che la bolletta media della famiglia italiana potrebbe passare da 580 euro l’anno a 400, con un risparmio secco di 180 euro».

Biro per aziende – Le case degli italiani sono solo il primo passo per questa nuova tecnologia, che punta molto in alto: «Biro – sottolinea Marco Santarelli – è il primo progetto, dedicato alle famiglie e ai piccoli consumatori, a cui farà seguito quello più ambizioso che vuole arrivare alle aziende a cui fanno capo circa il 44% dei consumi elettrici nazionali. Per questo stiamo lavorando su un automa dalle forme umanoidi alto 1,61 metri pensato per monitorare i consumi energetici delle aziende, in grado di muoversi, parlare e accompagnare gli Energy Manager».

Per far conoscere meglio tutte le sue qualità e talenti, BiroRobot sarà presente a REbuild, l’evento dedicato alla riqualificazione e gestione sostenibile dei patrimoni immobiliari che si svolge a Riva del Garda giovedì 25 e venerdì 26 giugno prossimi.

Natale 2014: dodici idee tecnologiche per i tuoi regali

tech-giftsNatale tempo di regali. Per chi non riesce a trovare l’idea giusta, o non si accontenta di un libro, ecco alcuni suggerimenti tecnologici per rendere gli acquisti meno complicati.

Apple iPad Air – Che sia di dimensioni normali o Mini, il nuovo iPad è sempre un regalo molto gradito. Questa versione, in modo particolare, unisce alla nota qualità Apple la leggerezza di un dispositivo che può essere portato comodamente in borsa o utilizzato a letto per le letture serali.

Amazon Fire HD 6 – È il gadget perfetto da regalare ai ragazzini, un tablet da sei pollici, potente, colorato ed economico, dotato di doppia fotocamera, che permette di accedere a un vasto catalogo di app e di giochi.

Amazon Kinde – Nonostante sia sul mercato già da qualche anno, continua a rinnovarsi e offrire nuove funzionalità. La versione 2014 del Kindle, infatti, aggiunge tanti piccoli dettagli capaci di renderlo uno dei migliori e-reader sul mercato. Il nuovo Kindle ha una memoria raddoppiata rispetto allo scorso anno, nuovi servizi e uno schermo touchscreen che permetterà di rendere ancora più piacevole l’esperienza della lettura digitale.

Smartwatch – È l’accessorio alla moda che non solo mostra l’ora ma permette anche di gestire le applicazioni e le notifiche che arrivano sul cellulare.

Gigaset SL930A – È il telefono di casa con l’aspetto e le funzionalità di uno smartphone. Funziona con il sistema operativo Android e permette di istallare e gestire tutte le app e i social network anche tra le mura domestiche.

Bacchetta per selfie – Accessorio ideale per gli autoscatti delle feste, si tratta di bacchetta in fibra di carbonio, leggera e resistente, che permette di scattare selfie da 80 cm di distanza.

Caricabatterie portatile – Piccoli, leggeri e dal design compatto, sono pratici da tenere in mano e possono essere portati facilmente in borsa o in tasca. Forniscono nuova energia agli smartphone quando la batteria è scarica e non c’è la possibilità di ricaricarli collegandoli alla rete o al computer.

Apple TV – Il piccolo media player di Apple garantisce ore e ore di divertimento e intrattenimento per tutta la famiglia. Si collega al televisore HD di casa grazie al cavo HDMI, mentre la connettività web è assicurata dal Wi-Fi e dall’Ethernet. I contenuti multimediali, invece, arrivano direttamente dall’iTunes store e da iCloud. Una delle idee regalo più apprezzate per Natale 2014.

WD TV – Facilmente trasportabile, resistente e dal design curato e raffinato, il Western Digital TV è un piccolo set-top box in grado di leggere qualunque tipologia di file multimediale. Si collega al televisore in alta definizione grazie al cavo HDMI, mentre i contenuti possono essere introdotti sia da una chiavetta USB sia da un disco rigido esterno. In alternativa, la connettività web del WD TV permette di accedere a milioni di contenuti multimediali da YouTube, Deezer e altri canali interattivi. Grazie alla funzione Miracast, si potrà trasmettere in streaming sul televisore tutto ciò che abbiamo salvato sullo smartphone o tablet Android compatibili, mentre grazie all’applicazione dedicata il nostro dispositivo mobile può trasformarsi in un telecomando dalle funzioni avanzatissime.

Cuffie wireless – Sono il regalo ideale per chi vuole godersi al meglio musica e tv, senza disturbare i vicini. Ce ne sono di davvero belle, che oltre alla qualità del suono curano anche i dettagli, come il rivestimento in pelle dei padiglioni.

Sony NWZ WS610 – l’accessorio perfetto per gli amati del nuoto e della musica: un lettore che permette di ascoltare le proprie canzoni preferite anche in acqua.

Withings Aura – Questa speciale lampada dispone di un sensore di movimento e di un sistema cambia colore che aumenta la qualità del sonno, perfetta per dolci risvegli.

Tennis, Sony lancia la racchetta intelligente

sony-smart-tennis-sensorSi chiama Smart Tennis Sensor ed è la nuova racchetta tecnologica inventata dalla Sony e presentata in anteprima mondiale al recente Ces di Las Vegas. In un’epoca in cui tutto diventa “smart”, anche gli accessori sportivi si adattano e si trasformano per fornire a chi li adotta fornire tutte le indicazioni su come migliorare le prestazioni e lo stile di gioco.

È questo il caso della racchetta intelligente della Sony che, grazie a un apposito sensore  posizionato sul fondo del manico, è in grado di stabilire velocità e potenza del colpo. La Smart Tennis Sensor traccia le coordinate spaziali, l’accelerazione, la forza e la posizione dell’impatto con la pallina e una serie di altri parametri; via Bluetooth interagisce quindi con un’app mobile (per smartphone e tablet Android e iPhone e iPad) capace di rielaborare ogni dato e di visualizzarla sullo schermo del dispositivo dove è installata. Il sensore pesa 8 grammi e ha un diametro di 31,3 mm, dimensioni compatibili con la maggior parte delle racchette in commercio.

La Sony ha confermato ufficiosamente il lancio del prodotto sul mercato giapponese già per maggio, con un prezzo inferiore ai 18mila yen, pari a circa 130 euro, ma non si sa quanto dovranno aspettare gli appassionati di tutto il mondo per impossessarsi della nuovissima smartracchetta che, se dovesse avere successo, potrebbe rivoluzionare il modo di giocare a tennis.

Nuovo Kindle in vendita da oggi sullo store Amazon

feature-neverwithoutabook._V358070630_L’offerta per la lettura di Amazon di amplia e si arricchisce di un nuovo prodotto, il Kindle Paperwhite, che va ad aggiungersi alla già numerosa famiglia Kindle. Il nuovo dispositivo può contenere fino a 1.100 libri e offre funzioni nuove o migliorate rispetto ai precedenti prodotti Amazon o a quelli della concorrenza.

Il punto di forza del dispositivo è l’autonomia, dichiarata di ben 8 settimane, insieme al peso di soli 206 grammi. A differenza dello schermo di tablet e smartphone, il nuovo Kindle Paperwhite permette di leggere come sulla carta, senza riflessi anche alla luce del sole, e non affatica la vista al buio. A differenza di uno schermo retroilluminato, Paperwhite guida la luce lungo la superficie dello schermo grazie alla luce integrata di ultima generazione, evitando così che ti arrivi direttamente negli occhi, per permetterti di leggere comodamente, senza sforzare la vista. La luminosità dello schermo può essere regolata per adattarsi a qualsiasi condizione di illuminazione.

Kindle Paperwhite si tiene comodamente con una sola mano, anche per lunghe sessioni di lettura, ed è progettato appositamente per leggere. Lasciati andare al piacere della lettura senza interruzioni, come ad esempio quelle causate dalle notifiche e-mail.

Il processore del nuovo Kindle Paperwhite è più veloce del 25%. I libri si aprono e le pagine si voltano più velocemente, per una lettura più fluida. Inoltre, Kindle Paperwhite utilizza la più recente tecnologia per gli schermi touch capacitivi, per rispondere con precisione al tocco più lieve e allo stesso tempo evitare cambi di pagina accidentali. Inoltre la nuova funzione Scorri Pagina di Kindle Paperwhite permette di sfogliare le pagine, spostarti tra i capitoli o andare direttamente alla fine del libro per vedere come finisce, senza mai perdere il segno.

Paperwhite è dotato di una luce integrata di nuova generazione proiettata verso lo schermo invece che in direzione degli occhi come accade con gli schermi retroilluminati, evitando così di affaticare la vista. La luminosità dello schermo può essere regolata per leggere comodamente in qualsiasi condizione di luce.

Galaxy Note 3, Galaxy Gear e HTC One Max: le novità dell’IFA Berlino 2013

ifaberlino2013

Manca davvero poco all’IFA di Berlino 2013 dove, dal 6 all’11 settembre, saranno presentate le novità più interessanti del mondo dell’elettronica e della tecnologia. A farla da padrone, quest’anno sarà la Samsung che presenterà al grande pubblico una serie di prodotti che promettono di lasciare tutti a bocca aperta.

Galaxy Note 3 – All’IFA di Berlino farà la sua prima apparizione ufficiale il nuovo tablet Galaxy Note 3. Stando ai rumors, il dispositivo avrà memoria da 16, 32 e 64 GB, fotocamera da 13 Mpixel e si appoggerà alle reti Lte e potrà contare sul display SuperAmoled Full HD da 5,68 pollici. Le altre caratteristiche tecniche note contemplano Ram da 3 GB e due varianti di processori: Exynos Octa e Qualcomm Snapdragon. Il tutto affidato ad Android 4.3 e animato da una batteria da 3.200 mAh. Si presume che arriverà nei negozi già entro la fine di settembre a un prezzo ipotizzato di 699 euro.

La concorrenza, ovviamente, non si farà attendere: sempre a settembre è previsto il rilascio dei nuovi modelli di iPad, iPad 5 e iPad Mini, per non parlare di iPad Maxi, che potrebbero sottrarre parecchi clienti a Samsung; se in ambito smartphone i coreani dominano il mercato, sul fronte tablet la situazione è decisamente diversa: Apple domina in America e iPad è sempre stato il tablet per eccellenza.

Samsung Galaxy Gear – In occasione dell’Ifa 2013 Samsung presenterà anche lo smartwatch chiamato Galaxy Gear. L’orologio “smart”, stando alle indiscrezioni pubblicate sul web, avrà touchscreen da 1,67 pollici, fotocamera da 2 Mpixel e processore dual core da 1,5 GHz assistito da 1 GB di Ram. Sarà basato su Android e si connetterà allo smartphone via Bluetooth. Si tratterà comunque di un orologio da polso “intelligente”, capace di effettuare chiamate, navigare sul Web e gestire i messaggi di posta elettronica. Stando ad alcune fonti vicine a Samsung, Galaxy Gear non dovrebbe integrare uno schermo AMOLED flessibile, ma un semplice display LCD. L’azienda conta di portare sul mercato questo orologio entro la fine dell’anno, in tempo per lo shopping natalizio e qualche mese prima dell’atteso iWatch di Apple, programmato invece per il 2014.

HTC One Max – Dopo un periodo caratterizzato dalla totale assenza di marketing aggressivo, HTC sarebbe pronta a lanciare sul mercato l’HTC One Max, la versione big dell’HTC One che sta facendo la fortuna dell’azienda. Ad annunciare il lancio di qualcosa di grande è stata proprio la HTC. Si ipotizza che il nuovo dispositivo avrà un display full HD da 5,9 pollici, con un processore Qualcomm Snapdragon da 2,3Ghz affiancato da 2 GB di RAM.