Gatto innamorato attraversa tutta Genova per raggiungere l’amata

Spesso le storie d’amore più belle non hanno come protagonisti gli esseri umani ma gli animali. Anche i gatti, che spesso sono tacciati come solitari e indipendenti, hanno una straordinaria capacità di dimostrare affetto e fedeltà, non solo nei confronti degli esseri umani ma anche dei loro simili. E’ significativo quanto è accaduto a due mici genoani, Ginevra e Lancillotto, il cui amore ha commosso tutta Italia lo scorso novembre.
Gatta tigrata lei, micione dal pelo rosso lui, condividevano una vita da randagi: insieme se stavano a prendere il sole, esploravano la città e si lasciavano coccolare dai volontari che li accudivano. Inseparabili i due gattini, tra cui si era instaurato un legame profondo e duraturo simile a quello che si crea tra gli esseri umani. E proprio la forza di questo legame ha spinto Lancillotto a sfidare i pericoli e attraversare un’intera città per raggiungere la sua micina.
Un brutto giorno, infatti, Ginevra si ammala, inizia a perdere peso e voglia di vivere. Una volontaria dell’Enpa che si prende cura di lei decide che non c’è tempo da perdere, la gatta dev’essere ricoverata immediatamente. Ginevra viene portata via sotto lo sguardo vigile e attento di Lancillotto, che segue l’animale finché non scompare dentro una macchina. Nessuno fa caso a quel micione, che non rimane indifferente alla perdita della compagna.
Dopo qualche settimana la salute di Ginevra comincia a migliorare ma i problemi che ha avuto non le permetteranno di tornare a condurre una vita da trovatella, avrà bisogno di una famiglia che si prenda cura di lei. Intanto, Lancillotto non si da per vinto e decide di raggiungere la gattina. Intraprende un viaggio di 4 chilometri, sfida il traffico di Genova incurante delle automobili, delle moto e dei pedoni, attraversa incroci e percorre decine di strade. Nessun pericolo lo spaventa. Guidato dal suo istinto felino e da quel sentimento così speciali che lo lega a Ginevra, il micione arriva fino al centro veterinario in cui è ricoverata la sua compagna.
Il gattone dal pelo rosso che gironzola nei pressi della struttura viene notato immediatamente. Se ne sta tutto il tempo appollaiato in giardino a fissare la porta d’ingresso. Non chiede cibo, né un riparo, e i volontari dell’associazione non impiegano molto a scoprirlo. Lancillotto rifiuta di mangiare e continua a ad occupare la stessa postazione. Proprio allora la volontaria che aveva soccorso Ginevra si ricorda del gattone rosso che seguiva la sua amica mentre veniva portata via.
La porta del centro si spalanca per lasciar entrare Lancillotto. Ginevra attraversa di corsa il giardino fino alla rete di recinzione, dove ad aspettarla c’è il compagno di una vita. Si annusano, si leccano, si fanno le fusa. Finalmente si sono ritrovati.
La storia del gatto innamorato che attraversa tutta Genova per raggiungere la sua amata fa subito il giro della città. Un giovane impiegato si lascia intenerire dal questo legame così profondo e decide di adottare i due gatti, dando loro il calore di una casa e la possibilità di continuare a vivere insieme, esplorando il nuovo territorio e lasciandosi coccolare dal loro padrone.

Annunci

9 pensieri su “Gatto innamorato attraversa tutta Genova per raggiungere l’amata

  1. complimenti al micione ci fossero più persone così determinate il modno sarebbe migliore, se la gente combattesse per l’amore e non per cose futili….

    Mi piace

  2. Pingback: Gatti raccontati e disegnati dagli artisti. La mostra a Pisa | Alla scoperta del mondo

  3. Pingback: Il mondo secondo Bob: James Bowen torna a raccontare le avventure con il suo gatto | Alla scoperta del mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...