Attualità

La rabbia di essere precari e la volontà di continuare a lottare

L'ho letta anch'io la lettera di Michele, il ragazzo di Udine che a 30 anni ha deciso di togliersi la vita perché stanco di un'esistenza da precario, in una società che "non premia i talenti" e "sbeffeggia le ambizioni" di noi giovani, che troppo spesso ci scontriamo con una realtà che non ci valorizza e non… Continue reading La rabbia di essere precari e la volontà di continuare a lottare