La Rustika, ristorante pizzeria a Serino (Av)

Accoglienza e qualità sono i marchi di fabbrica de “La Rustika”. Il ristorante, situato all’uscita di Serino (Av), propone una cucina di alto livello, piatti della tradizione mediterranea rivisitati dal tocco personale e creativo dello chef, sempre pronto ad accontentare anche i clienti più esigenti.

L’atmosfera intima del locale, arredato con stile all’interno e dotato di un gazebo esterno per chi ama godere il fresco delle sere d’estate, invoglia alle chiacchiere. Il clima è quello che si respira in famiglia e il personale sa mettere i clienti a proprio agio, grazie a un mix di cortesia e professionalità.

Alla Rustika è possibile assaggiare numerosi antipasti, mangiare piatti a base di carne e pesce, deliziarsi con i dolci della casa e inebriarsi di buon vino. Pezzo forte del ristorante è la tagliata, arricchita con l’ingrediente segreto dello chef. La carne, morbida e ricercata, si scioglie in bocca per un’esperienza che coinvolge i sensi. Chi preferisce la pizza è presto accontentato, con un’ampia varietà di gusti.

Ottimo rapporto qualità/prezzo. Consigliato a tutti.

Annunci

Grande spettacolo dell’acqua: immagini ed emozioni

1

Esiste un luogo magico in cui acqua e fuoco si fondono per dare visto a uno spettacolo di impareggiabile bellezza che ogni anno regala emozioni uniche a migliaia di spettatori.

3

Questo luogo è il lago di San Pietro a Monteverde (Avellino), che nelle notti d’estate diventa teatro all’aperto del Grande Spettacolo dell’Acqua, dove la forza della musica e della poesia si fonde con l’armonia della danza e la vitalità dell’acqua.

6

Il risultato è uno spettacolo straordinario e unico nel suo genere, che molti definiscono “impossibile da descrivere”. Ed è davvero difficile rendere con le parole la bellezza dei giochi l’acqua che accompagnano la narrazione della storia di San Gerardo a Maiella, raccontata con musica, danza, effetti speciali.

7

La potenza del racconto, mista alla forza rigenerante dell’acqua, suscita nello spettatore sensazioni uniche. Fede e incredulità convergono nella bellezza dello spettacolo che regala un’ora e mezza di emozioni che toccano il cuore.

8

Dal lago l’acqua si innalza quasi a voler toccare il cielo e ad abbracciare idealmente tutti gli spettatori, mentre nell’aria risuonano parole di fede e speranza. Il “Non abbiate paura” di papa Giovanni Paolo II è l’invito a non arrendersi di fronte alle difficoltà della vita.

13

Lo spettacolo, che ogni anno si arricchisce di particolari inattesi, regala emozioni sempre nuove anche a chi lo ha già visto. La storia, che è una storia di fede, riesce a coinvolgere e catturare anche i più scettici, affascinati dalla bellezza dell’insieme.

9

Un evento che non rimane fine a se stesso ma si apre alle realtà più difficili, soprattutto quella dell’infanzia abbandonata, attraverso la Fondazione Insieme per… che con il ricavato degli spettacoli realizza progetti di sostegno ai più deboli, in Italia e nel mondo.

12

Amore: sentimento e passione secondo Isabel Allende

allendeSentimento, passione, gelosia, tenerezza: Isabel Allende condensa in un solo libro le sue più belle pagine dedicate all’erotismo e all’amore. E proprio Amore è il titolo della raccolta che la scrittrice cilena ha voluto regalarsi, e regalare ai lettori, per i suoi 70 anni. Un traguardo importante che permette all’autrice di guardarsi indietro e ripercorrere la propria vita attraverso i numerosi romanzi che l’hanno resa celebre in tutto il mondo.

La scrittura per Isabel Allende è innanzitutto un tentativo di preservare la memoria e nutrire le proprie radici, che non affondano in un luogo fisico ma solo nei suoi libri. E infatti tutti i suoi romanzi hanno qualcosa della scrittrice, non necessariamente avvenimenti autobiografici ma sentimenti, emozioni, incontri ed esperienze di vita vissuta. In Amore, la scrittrice compendia tutto questo e regala uno spaccato della sua vita attraverso i personaggi tratteggiati nel corso degli anni. Grazie a loro, la Allende esplora il mondo dei sentimenti e dell’erotismo: dal risveglio alla maturità, passando per il primo amore, la passione, la gelosia, gli amori contrastati, eros e umorismo, la magia dell’amore e l’amore duraturo.

A chi le chiede se tutte le scene descritte nei suoi romanzi siano autobiografiche, l’autrice cilena risponde così: «Quando si tratta di scrivere conta più l’immaginazione della memoria: scrivo ciò che mi piacerebbe sperimentare. La magia del mio mestiere mi permette di vivere le vite dei protagonisti e il piacere di scrivere lentamente e nel dettaglio un incontro erotico supera abbondantemente il piacere di viverlo. Inoltre, scrivendo, conto sul piacere aggiuntivo di condividere le esperienze con i miei ipotetici lettori. Mi ripropongo di stimolare i loro sensi con odori, consistenze, sapori, e la descrizione del luogo in cui i miei protagonisti si amano e le parole che si sussurrano».

© Lori Barra

© Lori Barra

Protagoniste dei romanzi di Isabel Allende sono spesso donne. Donne forti e coraggiose che si trovano ad affrontare sfide più grandi di loro, donne passionali e ricche di immaginazione che si consacrano all’amore senza mai perdere la loro identità e la loro missione. Donne reali eppure eroine, che affrontano la quotidianità con grinta e determinazione e non si perdono d’animo di fronte alle difficoltà della vita, sempre pronte a inseguire un sogno o l’amore, anche quando questo richiede sacrificio e perdita. Perché, «l’amore, come la fortuna, giunge quando meno te l’aspetti. Ti scaraventa nella confusione e svanisce come nebbia quando vorresti trattenerlo».

Al sentimento si unisce il desiderio, ed ecco scaturire le pagine più belle della Allende, quelle in cui l’erotismo, l’urgenza dell’amore, ha la meglio su tutto il resto. Quando le emozioni diventano stabili e i legami durevoli, ecco scaturire l’amore duraturo, che nasce dalla passione ma si preserva anche grazie al venirsi incontro e all’accettarsi reciprocamente, andando oltre i piccoli difetti e il disfacimento del corpo. Amore che vive di liberà e ha bisogno di essere curato e nutrito quotidianamente.

«Diego non era mio – nessuno può appartenere a qualcun altro – e la contingenza di essere sua moglie non mi dava alcun diritto su di lui o sui suoi sentimenti, l’amore è un libero contratto che scocca come una scintilla e può concludersi allo stesso modo. Mille pericoli lo minacciano e se la coppia lo difende può salvarsi, crescere come un albero, e offrire ombra e frutti: ma questo avviene solo se si lotta in due».

© Caterina Bernanrdi

© Caterina Bernardi

Isabel Allende e suo marito William Gordon lo hanno fatto, preservando fino alla vecchiaia il loro amore e la passione che li ha uniti dal primo istante in cui i loro sguardi si sono incrociati. Amore si conclude così, con un passo autobiografico tratto da La somma dei giorni, in cui l’autrice cilena racconta l’importanza e la bellezza di invecchiare insieme dopo aver condiviso una vita di passione.

«Con il naso sul suo collo ringrazia la fortuna di essere incappata per caso nell’amore che dopo tanti anni conserva ancora intatto il suo splendore. Abbracciati, leggeri nell’acqua calda, bagnati dalla luce ambrata delle candele, sentii che mi fondevo con quell’uomo con cui avevo camminato per un percorso lungo e sconnesso, inciampando, candendo, rialzandoci, tra litigi e riconciliazioni, ma senza mai tradirci. La somma dei giorni, dolori e gioie condivise, era già il nostro destino».

Isabel Allende è nata a Lima, in Perú, nel 1942, ma è vissuta in Cile fino al 1973 lavorando come giornalista. Dopo il golpe di Pinochet si è stabilita in Venezuela e, successivamente, negli Stati Uniti. Con il suo primo romanzo, La casa degli spiriti del 1982 (Feltrinelli 1983), si è subito affermata come una delle voci più importanti della narrativa contemporanea in lingua spagnola. Con Feltrinelli ha pubblicato anche: D’amore e ombra (1985), Eva Luna (1988), Eva Luna racconta (1990), Il Piano infinito (1992), Paula (1995), Afrodita. Racconti, ricette e altri afrodisiaci (1998), La figlia della fortuna (1999), Ritratto in seppia (2001), La Città delle Bestie (2002), Il mio paese inventato (2003), Il Regno del Drago d’oro (2003), La Foresta dei pigmei (2004), Zorro. L’inizio di una leggenda (2005), Inés dell’anima mia (2006), La somma dei giorni (2008) e L’isola sotto il mare (2009). Inoltre Feltrinelli ha pubblicato Per Paula. Lettere dal mondo (1997), che raccoglie le lettere ricevute da Isabel Allende dopo la pubblicazione di Paula, e La vita secondo Isabel di Celia Correas Zapata (2001). Nel 2007 ha ricevuto la laurea honoris causa dall’Università di Trento.

La risposta è nelle stelle, il nuovo romanzo di Nicholas Sparks

risposta stelleNicholas Sparks, lo scrittore che ha commosso milioni di persone in tutto il mondo con le sue appassionanti storie d’amore, è tornato in libreria con un nuovo romanzo che, a poche settimana dalla sua uscita, ha già conquistato il cuore dei lettori.

Una strada coperta di neve, un’auto che perde il controllo e va a sbattere. Alla guida il vecchio Ira, che ora è incastrato, ferito, intirizzito dal gelo, e così solo. Il dolore lo immobilizza e rimanere cosciente è uno sforzo indicibile, almeno fino a quando davanti ai suoi occhi prende forma una figura, prima indistinta, poi dolcemente nitida: è l’immagine dell’amatissima moglie Ruth. Che lo incalza, gli impone di resistere, lo tiene vivo raccontandogli le storie che li hanno uniti per più di cinquant’anni: i momenti belli e quelli tristi, le passioni e i rimpianti, e sempre l’amore infinito.

Lui sa che Ruth non pu essere lì, ma si aggrappa ai ricordi, alle emozioni, alle parole di loro due insieme.

Poco distante da quella strada, la vita di Sophia sta per cambiare per sempre. L’università, l’ex fidanzato traditore e violento, le feste e le amiche scompaiono nella notte di stelle in cui incontra Luke. Innamorarsi di lui è inevitabile, immaginare un futuro diverso diventa un sogno possibile. Un sogno che solo Luke può rendere reale. Purché il segreto che nasconde non lo distrugga.

Ira e Ruth. Sophia e Luke. Due coppie che apparentemente non hanno nulla in comune, divise dagli anni e dalle esperienze, ma che il destino farà incontrare, nel più inaspettato ed emozionante dei modi.

Ricordandoci che anche le decisioni più difficili possono essere l’inizio di un viaggio straordinario, perché i sentimenti e i segreti degli uomini percorrono strade impossibili. Che a volte si incrociano, secondo l’imponderabile disegno delle stelle.

Nicholas Sparks è nato in Nebraska nel 1965 e ha studiato alla University of Notre Dame. Vive con la moglie e i cinque figli in North Carolina. Insuperabile narratore dei sentimenti, ha scritto numerosi bestseller, tradotti in più di quaranta lingue e sempre presenti ai vertici delle classifiche internazionali.

Serial lover

serial-lover_copertina_piatta_foViola è attraente, sa truccarsi e vestirsi, le piace piacere. Giornalista freelance con la passione della danza, va a ballare di tutto nella scuola più famosa di Roma: dall’afro all’hip hop, dal funky al jazz, così compensa il suo debole per il cibo. Ha una casa minuscola e un’amica amatissima, Mia, con cui divide deliziose cene a due e improbabili feste notturne, dove una volta o l’altra si potrebbe incontrare “quello giusto”.

Ma Viola ha anche un passato che non vuole ricordare, una specie di buco nascosto nell’anima, che piano piano inizia ad allargarsi, ad “allagare di vuoto” tutta la sua esistenza. La partenza improvvisa di Mia aggrava il senso di solitudine, portando Viola a diventare protagonista di una “caccia all’uomo sbagliato”, in una spirale di incontri sempre più distruttivi, in cui gioca col fuoco e si gioca la vita. Sua e altrui. Viola però non smette, non si sottrae, non sa dire di no: perché ormai è una serial lover. Mangia di tutto e accoglie tutti, e come è capace di nutrirsi per giorni solo di cioccolato così è capace di portarsi a casa uno sconosciuto incontrato al bar o in un supermercato. Il viaggio in questa bulimia di sensazioni e sapori è a tratti drammatico, a tratti divertente e ironico: perché Viola è una creatura particolare, con uno sguardo diverso sulle cose, tutto suo, e la forza di fare quel passo di danza in più per uscire dal cerchio dell’infelicità.

Ma, per vivere davvero, “non essere infelici” non basta: come si fa a essere felici? Esiste qualcuno che ha la ricetta dell’amore e della felicità? Proprio nel momento in cui la serial lover abbassa le difese, davanti a una persona che ai suoi occhi non può essere “territorio di caccia”, scopre un sentimento assurdo, pazzo e pieno di vita: tanto grande da vincere il tempo e ridare sapore e senso a tutto.

Giovanna Bandini scrive un romanzo coraggioso, che racconta senza veli la fame d’amore di una ragazza di oggi ma anche il misterioso splendore dell’incontro tra un uomo e una donna alla ricerca di sé. Un viaggio attraverso il corpo e il suo nutrimento, la storia autentica e forte di una trentenne che cammina per le strade delle nostre città e che alla fine trova se stessa in un luogo sospeso pieno di profumi, nei gesti semplici di chi prepara un piatto caldo per coloro che ama.

Giovanna Bandini è nata a Roma, dove vive e lavora. Prof di italiano e latino in un liceo e membro della Missione archeologica italiana Tempio Flavio a Leptis Magna, ha pubblicato per Frassinelli il romanzo Nudo di ragazza e per Fazi Giorni dispari, entrambi tradotti all’estero; per Giunti il saggio-romanzo Lettere dall’Egeo e per Newton Compton Lezioni d’amore e Il bacio della tarantola, recentemente ripubblicato.

La matematica delle bionde

51Dv5V6pRBL._AA258_PIkin4,BottomRight,-44,22_AA280_SH20_OU29_Camilla ha quasi 30 anni ed è una giornalista sempre a caccia dell’ultimo gossip. Nutre una passione smodata per Audrey Hepburn, a cui ispira la sua vita e il suo stile, e sta per pubblicare un libro dedicato alla diva hollywoodiana. Uno scambio di quadri, che recapiterà a casa di Camilla l’effige di una sexy e prorompente Marylin Monroe, cambierà la vita della giornalista, che inizierà a dialogare con la protagonista di A qualcuno piace caldo stringendo con lei quella che somiglia a una vera e propria amicizia.

Marylin guida Camilla verso la scelta di un nuovo guardaroba, abbinato a un look mozzafiato e a una nuova consapevolezza di sé della protagonista, che si trasforma da brutto anatroccolo in cigno e finisce dritta nelle braccia di un ammiratore misterioso, la cui identità verrà svelata solo alla fine del romanzo.

Tra eventi mondani, feste e viaggi, infatti, Camilla farà nuove esperienze e conoscerà uomini affascinanti. Per uno strano caso, tutti hanno come iniziali le lettere G.C. e per Camilla non sarà facile capire chi è il suo corteggiatore, quello che è venuto in suo soccorso più di una volta: è lo stesso a cui è stato recapitato per sbaglio il quadro di Audrey Hepburn? Oppure è il regista cinematografico venuto direttamente dagli Stati Uniti? O addirittura George Clooney, che alloggia nel suo stesso hotel a Roma?

Ironica, brillante, romantica, La matematica delle bionde è una commedia da non perdere. Federica Brunini costruisce una storia semplice ma appassionante, che vi farà amare Marilyn Monroe e il suo stile ma, ancora di più, vi aiuterà a tirare fuori la bionda che è in voi. Perché, come dice la diva di Hollywood, biondo non è un colore di capelli ma un modo di essere.

Benvenuto Presidente! – Recensione e trama del film

locandinaDivertente, ironico, a tratti irriverente, Benvenuto Presidente! va esattamente come lo spettatore si aspetta che vada, senza forti colpi di scena ma tra tante risate. La trama, ricca di stereotipi, gira tutta intorno all’errore commesso da avidi parlamentari, che prima eleggono per errore Presidente della Repubblica un pescatore imbranato e poi cercano con ogni mezzo di farlo dimettere.
L’ignaro protagonista, Giuseppe Garibaldi detto Peppino (interpretato da Claudio Bisio) vive la sua tranquilla esistenza tra i monti, pressato da un figlio arrivista a cui il neoeletto Presidente rifiuterà una raccomandazione. Da un giorno all’altro, l’uomo di ritrova negli ambienti formali del Quirinale, dove a guidarlo e istruirlo troverà una raggiante Kasia Smutniak nelle vesti del vice segretario generale Janis Clementi.
Peppino, allergico all’etichetta, si rivelerà un ottimo Capo dello Stato, in grado di comprendere e anticipare le esigenze del popolo italiano, che chiede più lavoro e meno tasse per una vita dignitosa. Tra una battuta e l’altra, tra errori e scivoloni, Peppino riuscirà a conquistare l’affetto e l’ammirazione dei suoi connazionali ma la sua intransigenza morale lo porterà a compiere una scelta drastica. Diviso tra dovere e amicizia, il protagonista non avrà dubbi su quale decisione prendere, guadagnando in questo modo anche l’amore della bella Janis.

SCHEDA TECNICA:

GENERE: Commedia
REGIA: Riccardo Milani
SCENEGGIATURA: Fabio Bonifacci
ATTORI: Claudio Bisio, Kasia Smutniak, Giuseppe Fiorello, Omero Antonutti, Remo Girone, Massimo Popolizio, Michele Alhaique, Cesare Bocci, Franco Ravera, Gianni Cavina, Stefania Sandrelli
PAESE: Italia 2013
DURATA: 100 Min