Giornata mondiale della gentilezza: perché essere gentili fa bene a tutti. Non solo oggi

598375_364093097016282_363097608_nLa gentilezza, si sa, aiuta a vivere meglio. Non solo chi la riceve ma anche chi la fa. E per celebrare questa grande virtù è stata istituita la «Giornata mondiale della gentilezza», che si celebra il 13 novembre in tutto il mondo. L’iniziativa, lanciata attraverso una conferenza del 1997 a Tokyo, è stata introdotta in Italia dal 2000 da Giorgio Aiassa, alla guida del movimento italiano e sostenitore della gentilezza – spiega – «come senso civico, vale a dire rispetto per le regole e solidarietà nei confronti di chi ha più bisogno».

«Una giornata che serve innanzitutto a richiamare l’attenzione sull’importanza della gentilezza nella nostra società odierna. Una giornata in cui, in definitiva, bisogna essere più felici», ha detto all’Adnkronos Cristina Milani, fondatrice della onlus Gentletude e vicepresidente del Movimento mondiale per la gentilezza che raccoglie una trentina di nazioni. «Essere gentili significa mostrare attenzione nei confronti degli altri e di tutto il mondo che ci circonda, dell’ambiente, degli animali. È un’apertura all’esterno, in contrapposizione all’individualismo e all’arroganza che spesso contraddistinguono il nostro tempo».

Per la ricorrenza, l’associazione lancia anche una campagna social contro il bullismo. L’idea è invitare gli utenti dei social network a condividere sui propri profili una foto con il messaggio “Contro il bullismo io scelgo la Gentilezza”, e postarla, se lo desiderano, sulla pagina Facebook dell’associazione.

Tra le tante iniziative interessanti c’è quella di Londra dove sono stati proclamati sette giorni di buone azioni, nei confronti di un amico, di un collega, di uno sconosciuto. Negli Usa, invece, alcuni Stati hanno promosso acquisti solidali per i meno fortunati.

A essere gentili c’è soltanto da guadagnarci: ci si sente in pace col mondo e si vive meglio. Milani ne è convinta. «Se manteniamo la calma, siamo più lucidi, ci arrabbiamo meno, la serotonina resta alta e viviamo felici. La chiave è quella. Ma talvolta è così vicina al nostro naso che non riusciamo a vederla».

E ne sono convinti anche gli esperti. Lo studio dell’università cinese di Huazhong è arrivato alla conclusione che garbo e disponibilità rendono le persone addirittura più attraenti. E sulla rivista americana «The Atlantic», lo psicologo John Gottman identifica la cortesia come uno dei segreti per far durare una coppia. E allora, proviamoci anche noi a essere più gentili, non solo oggi ma tutti i giorni. Ne guadagneremo in benessere e serenità.

yh2o

 IL DECALOGO DELLA GENTILEZZA MODERNA

  1. Ascoltare – Cercate di vivere bene insieme: ascoltate gli altri e siate pazienti
  2. Sorridere – Siate aperti verso tutti: salutate, ringraziate e sorridete spesso
  3. Ragionare – Fatevi scivolare via i torti subiti e non cedete alla rabbia, ragionate
  4. Rispettare – Rispettate e valorizzate la diversità, è una grande fonte di ricchezza
  5. Condividere – Non siate gelosi del sapere: comunicate e condividete il più possibile
  6. Non inquinare – Il Pianeta è uno solo: rispettatelo e non inquinatelo
  7. Riutilizzare – Riducete gli sprechi il più possibile: riciclate, riutilizzate, riparate
  8. Mangiare local – A tavola seguire la stagionalità e preferite i prodotti locali
  9. Proteggere – Proteggete gli animali: non maltrattateli e non abbandonateli
  10. Vivere con etica – Vivete insieme con gli esseri umani e gli animali domestici in modo etico, senza indurre loro sofferenze
Annunci

2 pensieri su “Giornata mondiale della gentilezza: perché essere gentili fa bene a tutti. Non solo oggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...