Libertà e solitudine, due facce della stessa medaglia

altalena su citta grigia

A volte ti senti come se non avessi un posto nel mondo. Totalmente libero ma senza radici, senza un luogo che possa veramente chiamare casa. È ovunque la tua casa. E in nessun posto.

Impari presto che non puoi legarti e niente e a nessuno, che ogni persona, cosa o luogo è passeggero e che non sai per quanto tempo rimarrà nella tua vita. Impari a contare su te stesso e a non aspettarti niente dagli altri, a vivere ogni istante come se fosse un dono e a non avere ansia per il domani.

Ti senti libero, fluido, sviluppi una grande capacità di adattamento ai vari contesti e sai che oggi sei qua, domani potresti essere da un’altra parte, con altra gente.

Eppure, in fondo al tuo cuore senti un richiamo profondo a quelle radici che sai di avere e che ti portano a desiderare stabilità, rapporti autentici e duraturi, persone che accompagnino il tuo cammino, un posto che puoi chiamare casa e a cui tornare quando non hai più voglia di inseguire chimere.

tristezza_bb

È bella la libertà, è alito di vita nei giorni tristi e sempre uguali. Ma è un’arma a doppio taglio. Il rovescio della medaglia è la solitudine a cui spesso ci condanniamo, l’incapacità di stabilire relazioni autentiche, la paura di perdere ciò che amiamo, di essere delusi e non amati.

La libertà, la fluidità, allora diventano solo una maschera per nascondere l’insicurezza: è molto più semplice fingere che non ci importi di niente e di nessuno che rischiare di legarsi e perdere. E mentre chiudiamo gli altri fuori, rimaniamo intrappolati dentro noi stessi.

Tocchiamo la vita di tutti ma non entriamo a far parte di nessuna. Lasciamo che tutti sfiorino la nostra vita ma non permettiamo a nessuno di restare.

Annunci

Quando arriva il momento di tornare a casa

donnaaltalena

Arriva un momento nella vita in cui si ha bisogno di tornare nel luogo a cui si sente di appartenere. Può trattarsi di un luogo fisico – una città o una casa – oppure di uno spazio interiore di calma e di serenità che ci fa sentire perfettamente a nostro agio.

La vita è un’avvenuta e ognuno sceglie come viverla. C’è chi preferisce la stabilità, una casa e una famiglia, un lavoro e un gruppo di amici fissi. C’è chi, invece, va alla ricerca costante del cambiamento, ha bisogno di spostarsi spesso e di sperimentare sempre nuove emozioni.

Dancing-Light

Non importa come scegliamo di vivere la nostra vita, c’è sempre un momento in cui avvertiamo il bisogno di tornare a casa, in quel luogo magico in cui ci sentiamo protetti e sicuri, in cui ogni cosa è familiare e trasmette un senso di pace interiore difficile da trovare altrove.

È questo il posto a cui apparteniamo, e che ci appartiene. Un luogo, una persona, un insieme di sensazioni positive: non importa quale sia la nostra casa, arriva un momento in cui tutti abbiamo bisogno di ritornare e ritrovare noi stessi, fermarci a ricaricare le pile per poi ripartire con maggiore entusiasmo verso le nuove sfide che ogni giorno la vita ci pone.