Donne che odiano l’amore ma vogliono essere amate

donna

Siamo donne. Siamo esseri emancipati e indipendenti ma allo stesso tempo bisognosi d’amore. Siamo abituate a combattere per dimostrare il nostro valore, cerchiamo di affermare il nostro diritto a essere libere di vivere la vita come più ci piace, senza dover dipendere da un uomo. Siamo abituate a prenderci ciò di cui abbiamo voglia, a nasconderci dietro la maschera della super-donna senza sentimenti, che vive di relazioni fugaci e non vuole impegnarsi.

Siamo talmente abituate a non essere più corteggiate e desiderate che ormai ci stupiamo molto di più se un uomo passa del tempo in nostra compagnia senza provarci piuttosto che se ci salta addosso in cerca di facili avventure.

I tempi sono cambiati, e le dinamiche tra i sessi pure. Ma c’è qualcosa che non cambia mai. La nostra paura di amare e il desiderio di incontrare qualcuno che corra dei rischi per noi, che ci trovi interessanti oltre che appetibili, che voglia stare con noi e non solo con il nostro corpo.

ragazza_rosa_rossa

Siamo state ferite tante volte e abbiamo sempre trovato il coraggio di rialzare la testa. Questo ci ha reso persone forti. Non vogliamo che qualcuno ci sminuisca o ci faccia sentire inutili, vogliamo essere apprezzate per ciò che siamo e non essere cambiate. Quando desideriamo veramente qualcosa combattiamo e non ci importa di dover smuovere mari e monti per ottenerla.

Tuttavia, continuiamo ad aver bisogno di affetto, tenerezza e amore, di qualcuno che ci faccia sentire importanti, amate. Molte volte pensiamo che, intanto che arrivi l’uomo giusto, conviene non rimanere ferme perché ogni lasciata è persa. Ci ripetiamo che è meglio salire sul primo treno che passa perché tanto, male che vada, possiamo sempre scendere e prenderne un altro.

Ciò che non capiamo è che ci buttiamo via, che mentre cerchiamo di anestetizzarci dal dolore ci provochiamo un’altra ferita che ci fa temere un po’ di più l’amore. Che le avventure ci donano il brivido dell’adrenalina ma ci lasciano solo con un gran senso di vuoto.

coppia-indipendenza

Facciamo mea culpa e riflettiamo sul fatto che, se gli uomini pensano che non valga la pena corteggiarci, rispettarci e aspettarci, forse la colpa è anche un po’ nostra. Impariamo a capire cosa vogliamo e a scegliere, e forse non dovremo stupirci più se gli uomini non ci saltano addosso alla prima occasione.

Riacquistiamo il potere delle nostre emozioni, dei nostri sentimenti, dei nostri corpi e impareremo che riempie molto di più un abbraccio disinteressato, un tocco inaspettato, tenersi per mano e parlare e ridere fino all’alba chiusi in una macchina mentre fuori piove. Impareremo che queste cose lasciano un segno molto più profondo di qualche minuto di piacere, che l’amore ha a che fare molto più con la stima che con il sesso. E allora, forse, saremo veramente libere di amare e lasciarci amare e di vivere la vita che vogliamo davvero.

Annunci

Se non penserò all’amore, non sarò niente – Paulo Coelho

300832go3

Il mio obiettivo è comprendere l’amore. So che ero viva quando ho amato e so che tutto ciò che possiedo ora, per quanto possa sembrare interessante, non mi entusiasma. Vedo che coloro che hanno toccato la mia anima non sono riusciti a risvegliare il mio corpo e coloro che hanno accarezzato il mio corpo non sono stati in grado di raggiungere la mia anima.
Se cerco l’amore vero prima devono venirmi a noia gli amori mediocri che ho incontrato.
Sembra che l’amore mi stia rifuggendo, come se non contasse più per me, e non si sentisse il benvenuto. Ma, se non penserò all’amore non sarò niente. Sento il bisogno di scrivere sull’amore. Sento il bisogno di pensare, pensare, scrivere e scrivere sull’amore – altrimenti la mia anima non resisterà.
Per tutta la vita ho concepito l’amore come una sorta di schiavitù accettata. È una menzogna: la libertà esiste solo quando è presente l’amore. Chi si abbandona totalmente, chi si sente libero, ama al grado estremo. E chi ama al grado estremo si sente libero. Io mi sono sentita ferita quando ho perduto gli uomini dei quali mi ero innamorata. Oggi sono convita che non si perde nessuno, visto che non si possiede nessuno. Questa è l’autentica esperienza della libertà: avere la cosa più importante del mondo senza possederla.
L’amore non sta nell’altro ma dentro noi stessi. Siamo noi che lo risvegliamo. Ma perché ciò accada c’è bisogno dell’altro. L’universo ha senso solo quando abbiamo qualcuno con cui condividere le emozioni.
La passione ti fa smettere di mangiare, di dormire, di lavorare, di vivere in pace. Molti si spaventano perché quando compare distrugge tutto ciò che di vecchio incontra. Sottrarsi alla passione o abbandonarsi ad essa: quale di questi atteggiamenti è il meno distruttivo? Non lo so.
L’inevitabile si manifesterà, ciò che è autentico troverà sempre una maniera di mostrarsi.

desiderio

Ho incontrato un uomo e mi sono innamorata di lui. Ho lasciato che mi innamorassi per una semplice ragione: non mi aspetto nulla. Mi basta amarlo, stare con lui nel pensiero e colorare questa bella città con i suoi passi, le sue parole, il suo affetto. Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime prima che i corpi si vedano. Tutti sanno amare poiché nascono con questo dono. Molti praticano l’amore naturalmente ma la maggioranza deve apprendere di nuovo, ricordare come si ama; e tutti – senza alcuna eccezione – hanno bisogno di bruciare nel fuoco delle proprie emozioni passate, di rivivere gioie e dolori, cadute e riprese, fino al momento in cui sono in grado di intravedere il filo conduttore che esiste dietro ogni nuovo incontro. Sì, perché c’è un filo. Allora i corpi imparano a parlare il linguaggio dell’anima, e questo si chiama “sesso”.
Io sono due donne: una desidera sperimentare tutte le gioie, tutte le passioni, tutte le avventure che la vita può dare; l’altra vuole essere schiava della routine, della vita familiare, delle cose che si possono pianificare e raggiungere. Io sono la prostituta e la casalinga, che vivono nello stesso corpo e lottano l’una contro l’altra.
Chi ama non ha bisogno dell’atto sessuale per sentirsi felice. Ogni cosa è importante. Una persona che vive intensamente la propria vita gode di ogni attimo e non sente la mancanza del sesso.
Voglio dimenticare, ho bisogno di amare – solo questo, ho bisogno di amare. La vita è troppo breve, eppure troppo lunga perché io possa concedermi il lusso di viverla così male.
Quanto più lontani stanno, tanto più vicini al cuore sono i sentimenti che cerchiamo di soffocare e dimenticare.
Forse ci innamoriamo sempre quando ci troviamo a guardare l’uomo dei nostri sogni per la prima volta, anche se in quell’attimo la ragione ci dice che stiamo sbagliando, e noi cominciamo a lottare, senza voler realmente vincere, contro questo istinto. Fino a quando arriva il momento in cui ci lasciamo sopraffare dall’emozione.
L’arte dell’amore è come l’arte della pittura: richiede tempo, pazienza e soprattutto inventiva tra gli amanti. Ed esige anche audacia: bisogna andare al di là di ciò che si è convenzionalmente definito con l’espressione “fare l’amore”.
Tutta le determinazione e la volontà del mondo non bastano per impedire all’amore di cambiare le regole del gioco in un attimo.

(Paulo Coelho, Undici minuti)